Attacco di Panico: sintomi e cura

Attacco di Panico

Attacco di Panico: sintomi e cura

Cos’è un Attacco di Panico ?

L’ Attacco di Panico è un Disturbo d’Ansia, molto diffuso e frequente, si sviluppa all’improvviso e senza una ragione apparente. E’ caratterizzato dall’insorgenza d’ intensa ansia, paura o terrore, spesso associati con una sensazione di catastrofe imminente.

 

Riconoscere i sintomi

La frequenza degli attacchi di panico varia molto e puoi oscillare da molti episodi al giorno a pochi all’anno.
L’Attacco di Panico insorge all’improvviso e raggiunge il picco nel giro di dieci minuti, accompagnato da almeno 4 dei seguenti sintomi somatici e cognitivi:
attacchi di PanicoPalpitazioni o tachicardia
attacchi di PanicoTremori
attacchi di PanicoNausea e Disturbi Addominali
attacchi di PanicoDepersonalizzazione ossia essere distaccati da se stessi
attacchi di PanicoDerealizzazione ossia sensazione di irrealtà 
attacchi di PanicoVampate di calore o brividi
attacchi di PanicoPaura di morire
attacchi di PanicoPaura di impazzire o di perdere il controllo
attacchi di PanicoSudorazione
attacchi di PanicoTremori fini o a grandi scosse
attacchi di PanicoSensazione di asfissia o di soffocamento
attacchi di PanicoDolore al petto
 Oltre a questi sintomi alcune volte puoi avvertire anche Parestesie ossia sensazioni di torpore o formicolio ai piedi o alle mani, mal testa, sensazione di paralisi, terrore paralizzante.
Fonte bibliografica:
Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM V)
IMPORTANTE!
Le informazioni che stai leggendo devi considerarle di natura scientifica e divulgativa.
Se soffri di Attacchi di Panico, ricorda che la Diagnosi Clinica può essere effettuata soltanto dal tuo Medico curante o da uno Psicoterapeuta, in seguito a un Colloquio di Consulenza Psicologica Clinica.

_____________________________

Cosa accade durante un Attacco di Panico

Attacco di Panico

Quando avverti il Panico perdi completamente il controllo di te stesso e provi una paura terrificante.
Questo accade perché l’Attacco di Panico coinvolge sia i centri più arcaici del cervello, che gestiscono le emozioni,  sia quelli più evoluti che sono deputati al ragionamento logico.
Si crea così un sistema molto complesso di retroazioni che porta la tua mente a intrappolarsi in un circolo vizioso.
La dimostrazione è data dai risultati di molte ricerche scientifiche recenti in ambito psicofisiologico.
La principale caratteristica del Disturbo di Panico è la presenza di Attacchi di Panico ricorrenti e inaspettati.
Solitamente insorge per la prima volta nella tarda adolescenza o nella prima età adulta, a volte però può anche comparire nell’infanzia o in età matura.
L’Attacco di Panico è un Disturbo d’Ansia e lo puoi  distinguere dalle altre forme di Ansia perché ha una intensità molto elevata e compare improvvisamente e in modo episodico.
Puoi considerare l’Attacco di Panico come la forma più estrema della paura… La reazione di Panico è una  reazione innescata da una percezione, che a sua volta mobilita reazioni psico-fisiche  che velocemente portano alla sensazione di totale perdita di controllo e alcune volte anche al vissuto di morte imminente.
Ciò che provi nel Panico è una paura paralizzante che coinvolge sia la mente che il corpo facendoti sentire sensazioni e stati d’animo così forti da annullare qualsiasi pensiero razionale.
La principale alleata del Panico: l’ “Ansia Anticipatoria”.
Quando provi il Panico la prima volta non fai altro che scatenare un sintomo specifico, che poi ti porta a  sviluppare l’Ansia Anticipatoria.
Detto diversamente dal primo momento in cui provi il Panico subentra nella tua vita un’altra forma di paura che, quando meno te l’aspetti  ti conduce a un nuovo Attacco di Panico.
Infatti, dal primo episodio di Panico crei una vera e propria premonizione negativa e da quel momento in avanti non è più una semplice paura, ma la “paura della paura”.

Come curare l’ansia e gli attacchi di panico

L’Attacco di Panico in sé non comporta pericolo o morte,  ma è una reazione allo stress.
Il problema nasce quando temi  che l’Attacco di Panico possa ritornare.
Non bisogna curare gli Attacchi di Panico, ma il Disturbo di Panico ossia il circolo vizioso della “paura della paura”.

 

attacco di panico

Infatti, il circolo vizioso si crea da uno stimolo percepito come minaccioso che alla fine culmina in un Attacco di Panico.
Se poi interpreti in modo catastrofico le sensazioni somatiche  che lo accompagnano, sperimenterai  un ulteriore incremento del panico, che aumenterà le sensazioni somatiche e così via fino alla limitazione totale della tua vita.
La tua vita si complica ancora di più quando non riesci a trovare una possibile spiegazione logica che giustifichi una così forte reazione emotiva in assenza di un apparentemente minaccia.
Scateni così la “paura della paura” e cioè dell’Ansia Anticipatoria che ti porta a difenderti  dalla paura di “subire un altro Attacco” : ecco l’inizio dell’evitamento.
L’evitamento è il pericolo maggiore e ad “alto rischio” perché produce una riduzione progressiva delle tue normali attività nel quotidiano.
Inizi quindi a evitare per prime le situazioni che comportano l’esposizione diretta con i luoghi o le situazioni potenzialmente pericolosi, per poi arrivare al vero e proprio ritiro sociale e isolamento da qualunque contatto interpersonale.
E’ chiaro che se non intervieni  al più presto con un intervento Psicoterapeutico efficace, puoi arrivare a cronicizzare il Disturbo.                                         

Attacco di Panico

Conclusione

Da quanto detto finora risulta evidente che la natura degli Attacchi di Panico e delle loro cause è veramente complessa, dato l’elevato numero di fattori che entrano in gioco.
Conoscere quali cause portano allo sviluppo degli Attacchi di Panico può risultare molto utile per agevolare il processo di risoluzione del problema in modo definitivo.
Negli ultimi tempi la ricerca sperimentale e l’esperienza clinica della Psicoterapia hanno consentito di comprendere i fattori principali considerati responsabili nella insorgenza del Disturbo di Panico.
Molto significative sembrerebbero le cause ricondotte alle tue esperienze passate e al tuo contesto di vita attuale.
 Uno stile di vita poco coinvolgente può influire sul tuo umore e può agevolare la comparsa degli Attacchi di Panico.
Il tuo vissuto passato può essere molto rilevante nell’insorgenza del Panico soprattutto per ciò che riguarda tue esperienze infantili e adolescenziali, il rapporto con i tuoi genitori e il grado di attaccamento per quanto riguarda la rassicurazione, la protezione e l’incoraggiamento.
A seconda delle tue esperienze del passato puoi avere sviluppato forme d’Ansia e di paura a seconda dello  stile d’insegnamento iperprotettivo e apprensivo.
Se hai vissuto un rapporto difficile in famiglia nel tuo sviluppo puoi avere generato una predisposizione al  disturbo di  panico.

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri tutto

#autostima, #potenziare l'autostima, #migliorare se stessi

_____________________________

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento 

Posted in Disturbi d'ansia. Tagged with , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *