Comunicazione Efficace e Linguaggio del Corpo

Comunicazione Efficace e Linguaggio del Corpo

Comunicazione Efficace e Linguaggio del Corpo

Il corpo parla!
Il corpo esprime molto di più delle parole.
Per questo è particolarmente utile imparare a capire il linguaggio del corpo, per poter comunicare in maniera più efficace.
La comunicazione umana è frutto di meccanismi automatici appresi nel tempo e comprende una serie di comportamenti non verbali dei quali non siamo più consci.

Durante un processo comunicativo non ci rendiamo conto e tendiamo a essere consapevoli soltanto della parte conscia della comunicazione.

Questo meccanismo è tanto più marcato quanto più siamo presi da uno stato di tensione, che riduce il campo della nostra attenzione e ci impedisce di auto osservarci.
Il più delle volte prestiamo attenzione alle sole parole che diciamo e trascuriamo tutto l’aspetto non verbale, ossia il nostro atteggiamento, la nostra gestualità, il tono della nostra voce.
Ma la nostra comunicazione è molto più delle parole che utilizziamo, che sono l’aspetto razionale gestito dalla nostra mente conscia e razionale.
Per questo il linguaggio del corpo è uno degli aspetti più importanti della comunicazione e ci permette di creare relazioni sintoniche e funzionali.
In percentuale la nostra comunicazione è costituita per il 93%  dalla mimica e dal linguaggio del corpo, che sono gestiti dal nostro inconscio e solo il 7% è costituito dalle parole che è gestito dalla parte logica e razionale del nostro cervello.
Dunque l’aspetto non verbale della comunicazione è molto più importante dell’aspetto verbale e la nostra attenzione deve orientarsi principalmente su questa.
E’ evidente che se vogliamo gestire la comunicazione in modo efficace dobbiamo interagire con l’inconscio
Possiamo utilizzare il linguaggio del corpo per scoprire quando qualcuno è attratto da noi o prova interesse nei nostri confronti. Ma anche per comprendere se l’altra persona ci sta dicendo o meno la verità.
In buona sostanza possiamo comunicare con più sicurezza e nello stesso tempo creare rispetto in ogni
situazione, creando relazioni distese.
A volte non ci accorgiamo che la nostra comunicazione è intaccata da un insieme di messaggi non
verbali negativi che inviamo agli altri senza rendercene conto.
Certo è che se impariamo a distinguere i messaggi del corpo che creano fiducia negli altri, come le posture, i gesti e i movimenti, possiamo evitare di intrappolarci in meccanismi disfunzionali.
Se impariamo a leggere il linguaggio del corpo possiamo creare una comunicazione più positiva.
Quotidianamente, tutti noi facciamo uso del linguaggio del corpo in maniera inconscia.
Lo utilizziamo noi personalmente e lo percepiamo negli altri.
Ovviamente non ci rendiamo conto che la maggior parte della nostra comunicazione è influenzata dal linguaggio del corpo che usiamo.
E’ scientificamente provato che il 70% delle impressioni che procuriamo negli altri sono create dal nostro linguaggio del corpo e questo influisce molto nelle nostre relazioni, sia in ambito personale e affettivo, che professionale.
Si tratta della prima impressione che gli altri si fanno di noi.
E’ stato dimostrato scientificamente che il nostro corpo può emettere fino a 10.000 messaggi nel primo minuto che interagiamo col nostro interlocutore.

Inviamo messaggi  non verbali con lo sguardo, con la postura, con il modo di modulare la nostra voce.

E questo avviene maggiormente nel primo, fondamentale, minuto di conversazione, ma poi anche in seguito.
Ecco perché il corpo comunica molto di più delle parole che utilizziamo.
 Sono importanti i gesti che facciamo, il modo di stare in piedi o seduti, come ci muoviamo fra gli altri… Tutto questo rivela molto di noi del nostro livello di sicurezza e di autostima.
Sono i movimenti istintivi e automatici che facciamo a rivelare i nostri stati d’animo al nostro interlocutore. La posizione delle braccia, il modo di gesticolare, lo sguardo e la postura, il tono della voce.
Tutti usiamo il linguaggio del corpo, ma sono in pochi a sapere come utilizzarlo per creare sintonia e raggiungere i propri obiettivi.
Ci sono molti studi scientifici fatti in merito che in questo possono venirci in aiuto.

Ecco alcuni modi di usare il corpo  in modo efficace per conquistare attenzione e attrarre l’interlocutore.

Utilizzare una postura aperta ed espansiva indica autorevolezza e sicurezza…

E’ stato spiegato da ricerche scientifiche condotte alla Columbia University.
A seconda di come muoviamo il corpo, diamo l’idea della nostra sicurezza al nostro interlocutore.
Questi sono i segnali di sicurezza:
  • Modulare il tono della voce e fare delle pause mentre si parla
  • Stare bene eretti mantenendo una posizione del corpo aperta
  • Orientando il corpo verso il nostro interlocutore.
Tenere questa postura può anche ridurre il livello dello stress.
Da studi scientifici fatti risulta che il testosterone ormone dell’umore subisce l’influenza della postura che assumiamo.
Quando assumiamo posture di sicurezza i livelli di stress si abbassano.

 E assumere una postura chiusa?

La postura chiusa indica disagio e poca sicurezza.
Tra questi elementi emergono:
  • Incrociare le gambe e le braccia
  • Cercare un appoggio… Per esempio appoggiarsi a un muro
  • Mantenere una posizione afflosciata quando si è seduti
Assumendo queste posizioni si abbassa il livello di testosterone e aumenta lo stress che a sua volta fa peggiorare il disagio… Ci si chiude in un circolo vizioso.

 Fare da specchio all’altro

La psicologia lo chiama mirroring.
Quando siamo in sintonia con l’altro tendiamo a imitare il linguaggio del suo corpo, inconsciamente.
Imitiamo in modo automatico alcuni aspetti del comportamento di chi ci sta di fronte.
Pensiamo a due innamorati… Si parlano alla stessa velocità e inconsciamente anche i movimenti del loro corpo si sintonizzano.
Questa modalità crea subito sintonia, migliorando la comunicazione.

Gli occhi dicono sempre la verità

Dalla direzione dello sguardo si può capire l’emozione che scorre, addirittura, si può capire se il nostro interlocutore sta mentendo.
Quando c’è interesse e attrazione possiamo notare una dilatazione delle pupille. Questo avviene perché il cervello rilascia dopamina che eccita le terminazioni nervose degli occhi, i muscoli si contraggono e le pupille si dilatano.
Lo conferma una ricerca del Dipartimento di psicologia dell’Università di Tromsø  in Norvegia.

Concludendo

Come abbiamo detto la comunicazione tra persone passa principalmente attraverso il canale non verbale, anche se il verbale ha certamente la sua importanza.
Per capire la comunicazione non verbale dobbiamo stare attenti e osservare molto.
Il linguaggio del nostro corpo riesce ad interagire con gli altri mandando dei segnali che consapevolmente sono difficili da individuare, perché spesso rimangono a livello inconscio.
Una buona maniera non verbale per entrare in sintonia col nostro interlocutore è mantenere un buon contatto visivo e mantenere un ritmo sintonico.
La comunicazione è come una danza, bisogna seguire la musica e non avere uno stile rigido che applichiamo a tutti i nostri interlocutori con cui entriamo in contatto.
Perché la comunicazione possa essere efficace dobbiamo portarci al centro e uscire dalle nostre rigidità, rendendoci il più fluidi possibile.
Solo così la nostra comunicazione potrà essere efficace e armonica, perché la nostra energia non sarà più costretta in schemi rigidi di comportamento e potrà consentirci di essere più liberi e rendere anche gli altri più liberi.

_________________________________

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri tutto

videata

_____________________________

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento

Posted in Comunicazione. Tagged with , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *