Le Emozioni nel cuore e nella mente

Le emozioni

Le Emozioni nel cuore e nella mente- Continuando a parlare di emozioni.

Le emozioni sono il motore della vita.

 Tutti, quotidianamente, viviamo una enorme quantità di emozioni.
Possiamo provare emozioni di amore, gioia, fiducia in noi stessi o al contrario possiamo sentire paura, tristezza confusione o depressione.
La qualità della nostra vita è in stretta correlazione con il tipo di emozioni che proviamo.
Le emozioni positive ci consentono di accedere al nostro Potere Personale.
Al contrario le emozioni negative ci creano Impotenza.
William James (1890 ) studiando le emozioni da un punto di vista psicologico sosteneva che: “ le emozioni sono un complesso stato di sentimenti che inducono reazioni fisiche e psicologiche e agiscono sul pensiero e sul comportamento. L’emozionalità si accompagna a tutto un insieme di manifestazioni psicologiche come la personalità, l’umore e la motivazione”
Il termine “emozione” deriva dal latino ex movere, che significa spingere fuori.
Infatti, le emozioni sono il motore che spinge ogni nostro comportamento, sono pura energia che spinge all’azione e ognuno di noi entra ed esce, continuamente, da emozioni positive e negative.
Quali sono le principali emozioni.
Possiamo distinguere due categorie di emozioni:
1.     EMOZIONI FONDAMENTALI
2.     EMOZIONI COMPLESSE
Le emozioni fondamentali corrispondono alle emozioni primarie o innate e sono parte integrante di ogni essere umano. Sono anche comuni a molte altre specie animali.
Nel bambino appena nato possiamo riscontrare tre emozioni fondamentali: la paura, l’ amore, la rabbia.
Nel corso dei primi quattro anni di vita possiamo riscontrare altre emozioni fondamentali come: la vergogna, l’ansia, la gelosia, l’ invidia.
Le Emozioni primarie sono:
1.     Rabbia: deriva dalla frustrazione e si può esprimere tramite l’aggressività
2.     Paura: nasce dall’istinto di sopravvivenza e si manifesta davanti ad un pericolo
3.     Gioia: deriva dalla soddisfazione per il soddisfacimento di un desiderio
4.     Tristezza: deriva da una perdita o da una frustrazione per uno scopo non raggiunto
5.     Disgusto: repulsione nei riguardi di situazioni, eventi persone non graditi
6.     Accettazione: gradimento di una situazione o evento
 Le Emozioni Complesse o secondarie derivano dalla combinazione delle emozioni primarie e sorgono con lo sviluppo e la crescita della persona, attraverso le interazioni sociali.
 Le Emozioni Secondarie sono:
1. Invidia
2. Allegria
3. Vergogna
4. Ansia
5. Rassegnazione
6. Gelosia
7. Speranza
8. Perdono
9. Nostalgia
10. Rimorso
11. Delusione
Secondo David G. Meyers professore di psicologia presso Hope College in Michigan, Stati Uniti, le emozioni comportano una forma di eccitazione fisiologica che induce un certo tipo di comportamento.
In effetti, le emozioni sono determinate da elaborati processi psicologici e neurologici all’interno di ognuno di noi e per lo più sono inconsci e poco consapevoli.
Ogni essere umano è una struttura energetica che si compone di mente e corpo, integrati complessivamente fra di loro.
Questo complesso insieme è composto da elementi dinamici biologici ed elaborati di pensiero, che portano alla produzione delle emozioni e si esprimono all’esterno con il nostro comportamento.
Tutte le elaborazioni di pensiero producono idee… che determinano emozioni in base alle idee che abbiamo prodotto.
In realtà, possiamo dire che l’emozione spinge a produrre energia mentale, per poter rispondere agli eventi del mondo esterno o interno.
Se produciamo emozioni positive, queste portano dentro di noi gioia di vivere e si riversano all’ esterno, trasmettendo disponibilità, solarità, e vivacità.
Se al contrario produciamo emozioni negative e conflittuali, possiamo ritorcerle contro noi stessi, quando sono represse, portando a problematiche come disturbi psicosomatici, tachicardia, ansia, angoscia e depressione.
Se le esprimiamo all’esterno possono portare a collera, ira, ostilità e disturbi relazionali.
Ma…. spieghiamo un po’ meglio…..
Non sono le emozioni a possedere noi, ma siamo noi a produrle tramite i nostri pensieri più o meno corretti.
Come abbiamo detto, noi stessi produciamo le nostre emozioni attraverso le idee che generiamo.
E siamo noi che possiamo gestire le nostre emozioni attraverso la capacità di dare un colore con sfumature diverse agli eventi della nostra vita…. 
Vogliamo amore? Vogliamo gioia? Vogliamo fiducia o libertà?
Siamo noi stessi a creare tutto questo…..
L’amore, la gioia, la fiducia o la libertà sono emozioni che possiamo produrre.
In realtà, la chiave di questo grande potere è l’essere capaci di governare noi stessi e la nostra vita attraverso l’abilità di gestire e condurre le nostre emozioni.
Ma vediamo come!
Innanzi tutto gli elementi principali delle emozioni sono due.
1. Il primo è costituito dalle nostre rappresentazioni interne.
2. Il secondo da come utilizziamo la nostra fisiologia.
Questi due elementi interagiscono e sono in cooperazione costante, secondo una forma di autoregolazione e creano le emozioni che proviamo in un determinato momento, che a loro volta determinano il nostro comportamento.
La logica conseguenza è, che per gestire e dirigere i nostri comportamenti, dobbiamo essere padroni delle nostre emozioni, che sono strettamente collegate con le nostre rappresentazioni interne.
Per padroneggiare le nostre emozioni dobbiamo dirigere le nostre rappresentazioni interne.
Le rappresentazioni interne relative ad eventi ed esperienze non corrispondono esattamente a ciò che realmente accade, ma piuttosto ad una nostra personale interpretazione degli eventi stessi.
Infatti, la rappresentazione interna non è altro che una interpretazione filtrata della realtà, tramite soggettive credenze, convinzioni e atteggiamenti.
Allora…. teniamo a mente che in ogni evento della vita ci sono molte componenti su cui concentrarsi, più portiamo la mente su ciò che non funziona e maggiormente le nostre emozioni ricadono sul negativo, sulla depressione, sulla frustrazione e sulla rabbia.
Ecco dunque la chiave per padroneggiare le nostre emozioni: creiamo rappresentazioni interne positive, che possano guidarci a produrre stati d’animo produttivi.
 “Percepire un aspetto nuovo di sé stessi è il primo passo verso il cambiamento del concetto di sé.” Carl Rogers

 

 _______________________________________

PROSSIMO CORSO 2016

COMUNICAZIONE ASSERTIVA 
Assertività – Empatia

 18 – 19 Marzo 2016 THIENE

maggiori informazioni


 

PER TE!

Tutti I Segreti della Comunicazione Efficace

guida comunicazione efficace

Compila ORA il Form sottostante e scarica Gratis!

frecciarossa2

 


 

 

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento.

Posted in Emozioni. Tagged with , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *