Programmazione Neurolinguistica: alcune definizioni

pnl

Qualche volta, forse ci siamo chiesti, che peso possa avere la comunicazione nella nostra vita quotidiana.

Sempre più spesso, si sentono le persone dire: ” non riesco più a comunicare, ho l’impressione di non essere capito..”

Oppure, ci sarà capitato, qualche volta, di avere delle paure o delle barriere mentali e sentire, che queste limitano la nostra vita quotidiana e le tue scelte.

In realtà, soltanto quando, siamo in grado, di realizzare, che i nostri limiti, sono soltanto mentali, il gioco è fatto.

Questo è solo uno dei principi base, su cui si fonda una nuova disciplina, molto nota soprattutto negli ultimi decenni: la Programmazione Neurolinguistica (PNL).

Ma che cos’è la Programmazione Neurolinguistica?

La PNL è una disciplina metodologica basata sul principio, che ogni comportamento ha una struttura e che questa struttura può essere esplicitata, appresa, insegnata e anche cambiata in modo da permettere ad ogni individuo di organizzarla per ottenere risultati nuovi e ritenuti impossibili in passato.

Gli studiosi di PNL la definiscono un modo, per guardare alla vita come una rara opportunità per apprendere.

Che cosa vuol dire? E, soprattutto, in che modo possiamo apprendere applicandola?

PARTIAMO DAL PRINCIPIO….

Innanzitutto, è bene esaminare nei particolari la parola: la disciplina della PNL presuppone, che tutti noi siamo dotati di programmi racchiusi nella nostra mente (PROGRAMMAZIONE), tali programmi rappresentano delle configurazioni interne e facenti parte dell’organizzazione cerebrale(NEURO), le quali vengono rese esplicite da ciascuno di noi, attraverso il linguaggio e la parola (LINGUISTICA).

In altre parole, possiamo considerare la PNL come un insieme di modelli, capacità e tecniche, per pensare e agire efficacemente nel mondo.

Lo scopo della PNL è quello di aumentare le scelte e migliorare la qualità della vita.

QUALI SONO LE RADICI DI QUESTA DISCIPLINA?

La Pnl è stata messa a punto nel 1972 da John Grinder, linguista, e da Richard Bandler, matematico e psicoterapeuta.

I due studiosi annotarono, attraverso la microanalisi di sedute filmate, i risultati di alcuni psicoterapeuti di fama internazionale, individuando una serie di schemi fondamentali condivisi, verbali e non, che facilitavano il rapporto interpersonale e la comunicazione produttiva e li riunirono in un solo metodo, per definire i termini di una disciplina, che aiutasse ad avere successo nella vita e nelle proprie scelte.

Inoltre, la PNL nella spiegazione delle sue tecniche di cambiamento, prende le basi teoriche soprattutto dalla Neurofisiologia, cioè quella branca della biologia ed in particolare della fisiologia umana che studia il funzionamento dei neuroni e delle reti neurali.

La PNL fa riferimento, in particolare alla formazione di nuovi sentieri sinaptici, che si creano, non solo tramite nuove azioni, che portano alla creazione di nuove abitudini, ma anche tramite le immagini, che ci creiamo internamente.

Tutto ciò deriva dal fatto, che il linguaggio della nostra mente inconscia sono le immagini, quindi sia, che noi vediamo una cosa effettivamente o che ce la immaginiamo, per la nostra mente inconscia, ha lo stesso effetto.

È stato verificato, che il nostro corpo attiva le parti cerebrali interessate, anche immaginando l’azione, che si vorrebbe compiere, da qui l’utilizzo, delle visualizzazioni nella PNL.

La PNL può migliorare la qualità della vita, perché:

• ci insegna a comunicare in modo efficace, comprendendo meglio gli altri e sé stessi

• ci insegna ad affrontare meglio e risolvere le difficoltà della vita quotidiana

• ci insegna a gestire le resistenze e superare gli ostacoli della comunicazione

•ci insegna a definire in modo preciso i nostri obiettivi

• ci rende indipendente emotivamente

La PNL è usata, con successo nelle relazioni, nei rapporti lavorativi, dai politici di tutto il mondo.

Si applica nei progetti di sviluppo organizzativo di aziende e istituzioni, nel potenziamento delle capacità di relazione, nelle psicoterapie e nel training sportivo.

È stata definita come “La Psicologia del Successo” perché parte proprio dal successo in un campo, e ne “estrapola” la struttura per poi insegnarla e replicarla.

“Se credi di poter raggiungere ciò che vuoi, dai a te stesso la libertà di raggiungerlo”

Richard Bandler

 

Posted in Programmazione neurolinguistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *