Training Autogeno e Autoipnosi- Cosa hanno in comune?

Training Autogeno e Autoipnosi Psicologo Thiene

Training Autogeno e Autoipnosi

Negli ultimi anni, sono sempre di più le persone che si chiedono se il Training Autogeno sia una forma di Autoipnosi.

In questo articolo ti spiego in breve, cosa hanno in comune le due Tecniche.

Training Autogeno e Autoipnosi- Similitudini

Innanzi tutto il Training Autogeno e l’Autoipnosi hanno 2 comuni denominatori:

  1. La diminuzione dell’attenzione verso gli stimoli esterni, nell’esecuzione degli esercizi
  2. La focalizzazione dell’attenzione in un punto o situazione interna o esterna riguardo a:
  • Le sensazioni corporee
  • Il fissare un punto
  • La respirazione
  • L’attenuazione dell’attivazione fisica e mentale
  • Il rilassamento

Training Autogeno e Autoipnosi sono complementari

Sostanzialmente il Training Autogeno e l’Autoipnosi sono due metodi complementari che si basano sulla capacità che tutti noi abbiamo di entrare in uno stato di coscienza modificato per rilassarci.

Training Autogeno e Autoipnosi cosa succede nella pratica…

1. Si parte da una posizione comoda e si inizia a rilassarsi, quindi a diminuire la propria attività psico-fisica

2. Si iniziano ad avere dei riscontri fisiologici a tale stato di rilassamento:

  • Respirazione più profonda e lenta
  • Battito cardiaco regolare
  • Pesantezza e calore negli arti

3. Gradualmente si inizia ad entrare in un modificato Stato di Coscienza, che:

  • Nell’autoipnosi si definisce “Stato di Trance Ipnotica”
  • Nel Training Autogeno “ Commutazione Autogena”

4. Gradualmente si arriva a un rilassamento sempre più profondo

5. A questo punto nell’Autoipnosi si inseriscono dei suggerimenti che possano essere utili alla persona e alla sua specifica situazione, mentre nel Training Autogeno si segue una procedura in 6 step, per ottenere i miglioramenti psicofisiologici in ogni settore del corpo

6. Si conclude con la fase successiva, che è la “Ripresa”  e consiste nel riportarsi ad uno stato di attivazione sempre maggiore, fino ad arrivare al normale stato di attivazione, che si esprimerà con l’apertura degli occhi e i movimenti degli arti.

 

Iscriviti subito al Corso di Training Autogeno a Thiene

>> SCOPRI DI PIÙ

Ipnosi e Training Autogeno: quali benefici comportano?

Sia per l’Ipnosi che per il Training Autogeno si tratta, di un allenamento che ci permette  di ‘staccare’ dalle preoccupazioni, dai pensieri, dalle cose da fare… Insomma, dalla frenetica vita quotidiana. Ci permette di intervenire sul malessere, attraverso l’esercizio costante.

Chi lo apprende si appropria di uno strumento che permette di gestirsi autonomamente e sarà in grado di aumentare il senso di auto-efficacia e dell’autostima.

 

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Per apprendere la Tecnica Completa di Training Autogeno

CORSO INTENSIVO DI  TRAINING AUTOGENO 2019

>> Prenota ora il tuo posto da qui.

Iscriviti prima che chiuda il numero

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento

Bibliografia

  • J.H. Schultz, Quaderno di esercizi per il Training Autogeno, Feltrinelli
  • Ey, Bernard, Brisset, Manuale di Psichiatria, Masson
  • Bernt H. Hoffmann, Manuale di Training Autogeno, Astrolabio

 

Leave a reply