Le basi dell’autostima

autostima

Le basi dell’autostima

A volte manchiamo di autostima, perché sentiamo che la fiducia in noi stessi viene meno…
Quando riusciamo ad affrontare quelle che sono le naturali sfide della vita alimentiamo la fiducia in noi stessi e ci fortifichiamo, perché iniziamo a credere in noi stessi.
Se al contrario, non riusciamo a farlo, iniziamo a dubitare di noi stessi e sentiamo un senso di fallimento.
Così possiamo creare un circolo vizioso che ci porta a indebolire le nostre capacità e ci fa evitare di metterci alla prova, in futuro.
Ma andiamo con ordine…
Chiarifichiamo cosa è l’autostima.
Autostima è un termine ampio che include diversi significati.
Il più diffuso e consueto dei significati è quello di non “essere come vorremmo essere”.
In realtà, si tratta di un giudizio che esprimiamo su noi stessi e deriva dalla valutazione che ci diamo…..
Più concretamente effettuiamo un confronto interiore e mentale fra le caratteristiche che crediamo di avere e ciò che per noi è indispensabile per affrontare le sfide che la vita ci propone.
Quando sentiamo di avere una bassa autostima esprimiamo un giudizio negativo su noi stessi e nei confronti delle nostre abilità per fronteggiare il mondo esterno.
Effettivamente formuliamo uno schema di pensiero limitante, dovuto alle credenze e convinzioni che abbiamo su noi stessi.
Branden (1994) ci ha elencato gli attributi fondamentali che rappresentano l’autostima:
  1. Vivere consciamente
  2. Essere assertivi
  3. Essere responsabili
  4. Possedere integrità personale
  5. Essere propositivi
  6. Accettarsi
Vediamo meglio cosa significa…
  1. Significa recuperare la capacità di vivere nel presente, senza lasciarci intrappolare dal passato, cercando di lasciare fluire ciò che è stato. Anche preoccuparci troppo del futuro ci lascia sfuggire il presente, come può succedere in certe forme di depressione o in certi stati di ansia.
  2. Significa avere la capacità di comunicare meglio le proprie idee, ottenendo il controllo della comunicazione. Sapere comunicare apertamente i propri sentimenti mantenendo sempre un tono discorsivo senza farsi prendere dalla rabbia o da emozioni negative.
  3. Significa essere responsabili delle proprie azioni. Alcune persone hanno un referente interno e altre un referente esterno. Quando abbiamo un referente interno siamo capaci di attribuire a noi stessi la responsabilità delle nostre azioni. Nel secondo caso ci riferiamo a condizioni esterne che consideriamo sfavorevoli. In tutti e due i casi l’attribuzione di responsabilità può risultare falsata, se creiamo un equilibrio in questo possiamo correggere in modo più funzionale le nostre azioni.
  4. Significa essere capaci di agire in conformità con i nostri valori. E’ molto importante avere cura e difendere i nostri valori, perché questo ci rende più consapevoli di quello che siamo e vogliamo essere.
  5. Significa avere degli obiettivi ed essere capaci di immaginare e programmare la nostra vita.
  6. Significa avere una accettazione positiva e incondizionata di noi stessi. La perfezione è un’idea che ci allontana dalla vita reale. Non possiamo essere perfetti, ma possiamo migliorare, sempre… Anche le parti di noi che non accettiamo possono essere utili e rivelarsi strumenti capaci di farci progredire.
Ricordiamo che tutto ciò che siamo nella nostra unità è determinato da un insieme di nostre singole parti, che se armonizzate fra di loro ci danno benessere ed equilibrio.

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri tutto

#autostima, #potenziare l'autostima, #migliorare se stessi

_____________________________

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento

Posted in Autostima. Tagged with , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *