Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione

Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione Psicologo Thiene Vicenza

Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione

Il Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione  è una forma di Disturbo Dissociativo che crea una separazione fisica ed emotiva da se stessi e  da tutto ciò che è normalmente percepito come reale.

In questo articolo vorrei fare chiarezza proprio su questo fenomeno, quale situazione caratterizzata dal sentimento penoso di sentirsi separati dalle attività e dalle sensazioni della propria mente e del proprio corpo.

Molte persone a un certo punto della propria vita, possono provare temporaneamente, alcune esperienze di Depersonalizzazione e Derealizzazione

Infatti, la Depersonalizzazione e Derealizzazione colpisce circa il 2% della popolazione, uomini e donne, in egual modo e può insorgere a qualunque età.

I sentimenti di Depersonalizzazione e Derealizzazione possono diventare molto preoccupanti, quando sono ricorrenti, perché interferiscono con il funzionamento quotidiano in una varietà di modi e difficilmente si riesce a migliorare senza un Percorso di Psicoterapia.

 Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione

Quali sono i Sintomi?

I sintomi del Disturbo di Depersonalizzazione e Derealizzazione possono insorgere gradualmente o all’improvviso.

A volte durano solamente qualche ora, altre volte giorni, settimane, mesi o anni e possono prevedere Depersonalizzazione, Derealizzazione o entrambe.

I sintomi della  Depersonalizzazione sono i seguenti:

  • Sentimenti di disconnessione da pensieri, emozioni, parti del corpo
  • Perdita di connessione con la propria identità 
  • Intorpidimento emotivo e insensibilità fisica al mondo e alla presenza degli altri
  • Mancanza di connessione emotiva con le esperienze passate
  • Percezioni distorte del corpo 

I sintomi della Derealizzazione  sono i seguenti:

  • Sensazione di disconnessione dall’ambiente circostante 
  • Distorsioni visive dell’ambiente. Le persone o le cose possono apparire sfocati, indistinti, incolori
  • Distorsioni temporali. Gli eventi recenti sembrano essere accaduti molto tempo fa
  • Sensazione di stare vivendo in un sogno, film o realtà alternativa

Spesso, le esperienze di Depersonalizzazione o Derealizzazione sono associate ai Disturbi d’Ansia agli Attacchi di Panico e alla Depressione.

Importanti fattori di rischio del Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione

Il maggiore fattore di rischio solitamente è quello di evitare o negare le proprie emozioni, in quanto i sentimenti, che dovrebbero ispirarci e guidarci nella vita, sono difficilmente accessibili.

Chi soffre di questo disturbo vive episodi frequenti di estraneità da se stesso, dal proprio corpo e dal mondo circostante.

A volte si ha la sensazione di non riuscire più a provare emozioni, una sorta di anestesia generale nei confronti degli altri e del mondo.

I ricordi sono confusi, le idee poco chiare e non si riesce a concentrarsi efficacemente.

 Cause del Disturbo da Depersonalizzazione e Derealizzazione

Pare che vi sia una chiara associazione tra il Disturbo di Depersonalizzazione e Derealizzazione e una storia di traumi nell’infanzia, come l’abuso fisico o ricatto emotivo.

In particolare, periodi acuti di Stress e Ansia o traumi ripetuti possono innescarne i sintomi.

Inoltre chi soffre di questi episodi è spesso una persona timida, che si fa condizionare dalla volontà degli altri, insicura e con elevati livelli di Ansia

Se poi si soffre di Depressione, sentirsi estranei a se stessi, carica ulteriormente lo stato di angoscia e aumenta la sensazione di solitudine e porta a un maggiore distacco da se stessi e dagli altri.

Il vissuto di Depersonalizzazione e Derealizzazione viene riscontrato anche in coloro che soffrono di Attacchi di Panico, di Ansia Generalizzata e Disturbo Bipolare.

 

Trattamento

Poiché il Disturbo di Depersonalizzazione e Derealizzazione spesso si associa ad altri problemi psicologici, il trattamento non è un processo lineare.

Riconoscere questo problema richiede spesso un’accurata indagine psicologica, con un’anamnesi approfondita.

Affinché il trattamento possa risultare efficace, nel processo di Psicoterapia, il terapeuta deve sviluppare un piano individuale e in definitiva affrontare tutti i sintomi e le condizioni.

Un occhio attento dovrebbe essere tenuto, se si sperimentano meccanismi di pensiero molto negativi. 

Il Processo Terapeutico più adeguato è la Psicoterapia Individuale Psicodinamica.

Un ruolo importante  è giocato dallo stile di vita, che deve avere ritmi regolari, con una buona abitudine al sonno e il giusto tempo lavorativo.

L’uso di droghe e alcol possono peggiorare il Disturbo.

 

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento

_________________________________

Bibliografia

  • American Psychiatric Association. (2013). Diagnostic and statistical manual of mental disorders: DSM-5. Washington, D.C.: American Psychiatric Association.
  • Lanius, R.A., Brand, B., Vermetten, E., Frewen, P.A. & Spiegel, D. (2012). The dissociative subtype of posttraumatic stress disorder: rationale, clinical and neurobiological evidence, and implications. Depression and Anxiety, 29: 701-708.
  • Spiegel, D., Loewenstein, R.J., Lewis-Fernandez, R., Sar, V., Simeon, D., Vermetten, E., Etzel Cardena, E. & Dell, P.F. (2011). Dissociative disorders in DSM-5. Depression and Anxiety, 28: 824-852.

 ::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Soffri di Ansia?

Ecco il Nuovo Corso Digitale per Imparare a Gestire l’ Ansia e il Panico

Le 10 Tecniche Fondamentali che Ti porteranno a Risolverla in 30 giorni

Clicca qui e scopri tutto

Ansia, Vincere l'Ansia

ansia-ebook

_____________________

Vuoi migliorare l’Autostima?

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri tutto

videata

Leave a reply