5 Tipi di manipolazione affettiva e suggerimenti per riconoscerli

Manipolazione affettiva

Nelle relazioni la manipolazione affettiva avviene quando si usano gli altri, di solito in modo ingannevole o dannoso, per soddisfare i propri interessi. Comporta di solito la pressione psicologica per innescare intense reazioni emotive ed esaurire l’energia dell’altra persona o destabilizzare il suo benessere emotivo.


INDICE: CLICCA SUL CAPITOLO CHE TI INTERESSA PER LEGGERLO DIRETTAMENTE

Con questo articolo voglio approfondire l’argomento è spiegarti quali sono i 5 tipi di manipolazione affettiva più frequenti.

Ma prima di andare avanti e capire quali sono le 5 forme di manipolazione affettiva più comuni , credo che sia importante capire cosa si intende per manipolazione affettiva.


Cos’è la manipolazione?

La causa principale del comportamento manipolativo può spesso essere costituita da cicli tossici di violenza, narcisismo o relazioni malsane nell’infanzia del manipolatore.

La manipolazione affettiva può avvenire in qualsiasi contesto relazionale, compresi i rapporti familiari, amicali, professionali o nella relazione di coppia.

A differenza delle relazioni sane, che si basano sulla reciprocità e la cooperazione, il manipolatore affettivo cerca di usare, controllare le emozioni o addirittura vittimizzare l’altro, per un proprio tornaconto.

È importante sottolineare che ciò può portare a schemi di dipendenza malsani, impoverimento dei sentimenti, difficoltà a far rispettare i propri diritti.

Il manipolatore abusa emotivamente e cerca di ottenere ciò che desidera senza tener conto delle necessità e dei desideri delle altre persone. Uno studio del 2013 ha rilevato che l’abuso emotivo può essere altrettanto dannoso dell’abuso fisico, poiché entrambi possono contribuire a creare una bassa autostima e depressione.


Se vuoi approfondire, leggi anche:

>> IL RICATTO EMOTIVO É UN’ARMA MOLTO POTENTE PER CONTROLLARE LE PERSONE CARE

5 Tipi di manipolazione affettiva e suggerimenti per riconoscerli

Come ti spiegherò più avanti, ci sono diversi tipi di manipolazione affettiva per sottomettere emotivamente e psicologicamente l’altro.

Perciò è molto importante essere consapevoli di quali sono i segni di manipolazione e abuso emotivi, per proteggersi e sapere se una relazione sta prendendo una piega malsana e potenzialmente pericolosa.

Purtroppo, l’abuso emotivo non è raro. Un’indagine del CDC del 2011 ha rilevato che il 47,1% delle donne e il 46,5% degli uomini hanno subito un’aggressione psicologica in una relazione.

Ecco di seguito le 5 forme di manipolazione affettiva più frequenti di cui devi essere consapevole.


5 forme di manipolazione affettiva

1. Il senso di colpa come tattica

Come ti ho illustrato in altri articoli, il manipolatore affettivo ricorre spesso al ricatto emotivo per far sentire in colpa e ottenere ciò che vuole.

Per esempio, potrebbe continuare a ricordarti le tue malefatte del passato o le cose belle che invece ha fatto per te.  

L’idea di base è quella di farti sentire un senso di obbligo nei suoi confronti.

In realtà possiamo essere tutti soggetti a utilizzare il senso di colpa a volte, e alcune volte lo facciamo senza esserne consapevoli.

Lo scopo di un manipolatore affettivo altamente qualificato, tuttavia, è instillare quel sentimento nelle persone che lo circondano e usarlo a proprio vantaggio.


2. Aggressività passiva

Quando qualcuno è passivo-aggressivo, esprimerà indirettamente i propri pensieri o sentimenti negativi.

Ad esempio, il tuo partner potrebbe usare un umorismo sarcastico, riservarti una punizione silenziosa o rifiutarsi di avere una conversazione costruttiva nelle situazioni conflittuali.

Questa modalità manipolativa di esprimere l’insoddisfazione senza effettivamente esprimere nulla in maniera diretta, può far sentire l’altra persona insicura, ansiosa e creare a volte depressione.

Alcune volte, si cerca di far sentire in colpa l’altra persona parlando del proprio dolore e di come alcuni atteggiamenti lo facciano stare male.

L’atteggiamento del manipolatore può rientrare in quello che viene definito stile passivo-aggressivo. Attraverso l’atteggiamento passivo, il manipolatore cerca di ottenere ciò che vuole.

3. Fare leva sulle insicurezze

I manipolatori emotivi possono fare leva sulle insicurezze, le paure e i lati deboli dell’altro per ridurre l’autostima e la sicurezza personale.

Per esempio, possono far leva sulle insicurezze quando ci si sente già giù, o evidenziare i difetti di fronte agli altri. Oppure, può usare il paradosso per ferire o insultare.

Per esempio un partner dice: “Mi piace il tuo vestito oggi. Non sembri grassa come al solito“.  

In questo modo ferisce puntando sui punti di debolezza.

Per difendersi da questo genere di trappola è importante essere consapevoli di sé stessi e dei propri punti deboli. Così attraverso una profonda autoconsapevolezza, la persona può riuscire a riconoscere quando l’altro sta sfruttando le sue debolezze.


4. Manipolare la realtà o Gaslighting

Il Gaslighting è forse una delle tattiche di manipolazione più sleali. È un tipo di abuso emotivo che può capitare a chiunque, specialmente nelle relazioni sentimentali.

È una tattica di manipolazione che induce a mettere in discussione la realtà facendo dubitare della propria sanità mentale o del proprio giudizio.

Qui il manipolatore affettivo ha la capacità di distorcere la realtà per raggiungere il suo scopo. Al punto che può propinare alla sua vittima la realtà che gli è più congeniale, facendola dubitare di sé stessa e dell’accaduto.


Se vuoi approfondire leggi anche:

>> Il Gaslighting o Manipolazione Mentale- Come riconoscerlo e proteggersi

5 Tipi di manipolazione affettiva e suggerimenti per riconoscerli

5. Cambiare continuamente le aspettative

La persona manipolatrice ha la tendenza a cambiare continuamente le sue aspettative allo scopo di avere un vantaggio.

Questa tattica può creare molta instabilità e insicurezza nella relazione. Quindi renderà intenzionalmente difficile farsi accontentare, cambiando spesso le sue richieste e desideri.

Ogni manipolazione è una aggressione più o meno esplicita, poiché fa perdere la capacità di opporsi, di riflettere e di scegliere in piena autonomia.

Il paradosso di una relazione con un manipolatore affettivo è che nonostante si riconosca l’abuso non si riesce a liberarsene. Le reazioni sono amplificate rispetto a qualunque situazione e si può giungere sino a generare comportamenti violenti.

Queste reazioni manipolative sono imprevedibili e hanno un doppio scopo.

Il primo è quello di avere ragione e far sentire l’altra persona in torto, attraverso il cambiare repentinamente i criteri di valutazione.

Dall’altra parte genera con la sua presenza un continuo stato di allerta e di tensione in chi gli sta vicino, non riuscendo più a riconoscere ciò che è giusto e sbagliato. Concedendo così a quest’ultimo ulteriore potere di manipolare.


Spero che questo articolo ti abbia aiutato ad acquisire strumenti per riconoscere un manipolatore affettivo. Grazie alla nuova consapevolezza potrai proteggerti da schemi relazionali tossici.

Potrebbe volerci del tempo per renderti conto che qualcuno ti sta manipolando emotivamente. I segni sono sottili e spesso si evolvono nel tempo. Purtroppo la manipolazione affettiva potrebbe lasciare cicatrici psicologiche profonde e ad effetto duraturo.

Perciò potrebbe essere utile parlare con un terapeuta su come gestire la situazione.

>> PER CONTATTARMI FAI CLIC QUI


Bibliografia

Attili, G. (2004) Attaccamento e amore. Cosa si nasconde dietro la scelta del partner? Il Mulino

Bireda, M. R., Mike, and Roberats, P. (1991). Love Addiction: A Guide to Emotional Independence. New Harbinger Publications, Minneapolis.

Daniel, P. (2008). La dipendenza affettiva,come riconoscerla e liberarsene. Paoline, Milano.

Ghezzani, N. (2006) Quado l’amore è una schiavitù. Franco Angeli, Milano.

Ghezzani N., (2010). L’amore passionale. Anticamera del dolore o speranza di felicità? Franco Angeli, le comete, Milano.

Shaeffer, B. (2009). Is It Love Or Is It Addiction? The Book That Changed the Way We Think about Romance and Intimacy (3rd ed.). Hazelden Publishing, Center City, Minnesota.


Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento


Letture consigliate

Soffri di Ansia?

Ecco il Nuovo Corso Digitale per Imparare a Gestire l’ Ansia e il Panico

Le 10 Tecniche Fondamentali che Ti porteranno a Risolverla in 30 giorni

Clicca qui e scopri di più

Ansia, Vincere l'Ansia

 

ansia-ebook

Vuoi migliorare l’Autostima?

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri di più 

videata
Cosa ne pensi di questo post?
[Totali: 3 Media: 5]
Dott.ssa Anna Maria Pisanello

Dott.ssa Anna Maria Pisanello Psicologo-Psicoterapeuta a indirizzo Psicodinamico e Ipnoterapeuta. Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Veneto col Numero 11348 Svolgo la libera professione come Psicologo Psicoterapeuta e Ipnoterapeuta a Thiene Vicenza. Sono specializzata in Psicoterapia Psicodinamica e Ipnoterapia. Da oltre 29 anni metto le mie competenze al servizio delle persone che seguo, sostenendole nel loro percorso di vita e di crescita personale come Psicologo a Thiene, ma anche Psicoterapeuta, Ipnoterapeuta e Operatore di Training Autogeno. Fornisco Consulenza Psicologica e Psicoterapia per ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi delle relazioni, bassa autostima, crisi di coppia. Ricevo nel mio Studio di Psicologia e Psicoterapia a Thiene Vicenza, Galleria Garibaldi, 35. Come Psicologo Psicoterapeuta lavoro con le persone, per aiutarle a prendere maggiore consapevolezza delle proprie percezioni e modificare la propria prospettiva quando serve. Le aiuto a gestire l’ansia, le emozioni e quindi i comportamenti disfunzionali, che portano a sofferenza. Ognuno di noi va bene così com'è. Tuttavia certe volte, possiamo decidere di cambiare l'approccio che abbiamo alla vita, per sentirci più felici e stare meglio. In quanto Psicologo Psicoterapeuta aiuto le persone a trovare le più adeguate alternative al proprio sentire e agire per potersi sentire più libere, veramente libere di scegliere.

Leave a reply