Come superare l’Ansia Anticipatoria- 2 passi fondamentali

Come-superare-l'Ansia-Anticipatoria

Come superare l’ansia anticipatoria

L’ansia anticipatoria è una delle condizioni psicologiche più bloccanti e comuni. In questo articolo scoprirai 2 passi fondamentali per iniziare a liberartene e come farlo sin da subito

Cosa vuol dire, dunque, soffrire di ansia anticipatoria? Come imparare a superarla per non condizionare la tua vita quotidiana?

Tutti noi utilizziamo il termine Ansia.  Sebbene l’ansia sia una reazione psicologica e fisica assolutamente normale, 

a volte può portare a sintomi fastidiosi e anche a veri e propri disturbi d’ansia.

In questo articolo scoprirai:

  • Cos’è l’ansia anticipatoria
  • Qual è il processo mentale di questo tipo di ansia
  • Due passi fondamentali per iniziare a superarla

Cos’è l’ansia anticipatoria

L’ansia anticipatoria è quel tipo di ansia che nasce dall’anticipazione di una situazione, sia reale che immaginaria. Nasce al solo pensiero di dover affrontare  una situazione che riteniamo spiacevole o pericolosa.

Di solito è più frequente in chi già soffre di ansia e disturbi d’ansia.

L’attesa e la velocità, questo è il problema che ci porta a trascorrere la maggior parte della nostra vita preoccupandoci molto per il nostro futuro. 

Cosa succede quando iniziamo a crearci delle previsioni catastrofiche nella nostra testa?

La preoccupazione associata all’ansia di anticipazione in genere può durare nel tempo e presentarsi con previsioni disastrose sugli eventi futuri. Certamente, l’anticipazione è un modo incerto di affrontare il mondo, che spesso può essere molto debilitante.

Considera, inoltre, che se la nostra ansia si presenta in genere con previsioni disastrose sugli eventi futuri, purtroppo può attanagliarci ovunque e costantemente, sino a sfociare negli attacchi di panico.

L’ansia anticipatoria, è sempre presente nelle persone che hanno fretta di viversi un qualunque momento. I sintomi dell’ansia di anticipazione sono spesso simili a quelli del disturbo d’ansia generalizzata

Ma cosa accade quando si temono eventi assolutamente innocui?

Come superare l’ansia anticipatoria

L’ansia anticipatoria è un processo che compiamo a livello mentale

Ansia anticipatoria Psicologo Thiene

Il punto è che, ogni evento della nostra vita è l’anticipazione di un disastro, che si radica nella mente in maniera persistente.

In questo modo pensiamo di poter prevenire, ma in realtà raramente è così.

L’ansia anticipatoria fa esaurire le proprie energie! Perché quasi ogni evento futuro viene accompagnato da questo tipo d’ansia. 

La maggior parte del tempo inneschiamo questo meccanismo a livello inconscio. Per cui è probabile che tu stia facendo troppo velocemente. Oppure che stia cercando di fare cose così grandi da esaurire le tue energie al solo pensiero, prima ancora di avere cominciato.

Detto diversamente, l’ansia anticipatoria è un processo che avviene nel nostro pensiero, così che, davanti a ogni situazione che ci causa stress o inquietudine, immaginiamo il peggio.

 Per esempio, se dobbiamo affrontare un colloquio di lavoro, pensiamo subito che ci faranno domande difficili, a cui non sapremo rispondere o che ci bloccheremo e perciò saremo faremo una pessima figura e saremo esclusi dal posto in questione.

Come superare l’ansia anticipatoria

Ci sono diversi modi per affrontare l’ansia anticipatoria. Te ne propongo, di seguito, due fondamentali.

Innanzi tutto devi considerare, che l’ansia anticipatoria è frutto della paura e dello stress  per il futuro, per cui la tua mente, si muove troppo velocemente. Senza darti il tempo di valutare se la direzione è davvero quella giusta. Il modo migliore per sbarazzarsene, quindi, è quello di utilizzare un approccio decisamente più sostenibile.

Ammettere di non essere in grado di prevedere il futuro, è fondamentale. Qualunque situazione immaginaria e ipotetica non è altro che una fantasia e una speculazione. Immaginare risvolti positivi ed essere ottimisti sul futuro può ridurre l’ansia in maniera significativa.

Come superare l’ansia anticipatoria

1. Scomponi le tue azioni in micro tappe quotidiane

Come sai bene, in genere, chi è afflitto da ansia anticipatoria tende a catastrofizzare il futuro e lo fa continuamente. Ha una preoccupazione eccessiva delle cose che vanno al di là del proprio controllo.

Tutto ciò che bisogna fare è rimanere nel presente e scomporre i tuoi compiti in micro tappe quotidiane, che siano più facili da raggiungere e quindi da gestire.

Man mano diventa sempre più facile proseguire, con la successiva.

Così, in questo modo, iniziamo ad alimentare un processo naturale che ci aiuterà immensamente nel controllare l’ansia.

Inoltre, il futuro spaventa di meno e possiamo alimentare il pensiero positivo.

In fondo se soffriamo di ansia anticipatoria, è perché abbiamo sviluppato l’abitudine di uno schema di pensiero negativo che ci carica addosso, molte pressioni inutili. È diventato quindi un circolo vizioso, che si tratti di un compito lavorativo, scolastico  o di relazione.

Come superare l’ansia anticipatoria

Scomporre in piccole tappe la tua quotidianità, riduce istantaneamente l’ansia e aiuta a focalizzare l’attenzione sul presente.

Quando l’attenzione viene tenuta nel presente, riesci a interrompere l’abitudine che può essere stata formata in un momento della vita passata e che ha continuato a persistere fino a ora.

Ma così come si è sviluppata questa abitudine negativa, allo stesso modo è possibile svilupparne una altrettanto positiva.

Finalmente puoi lasciare andare l’ansia, il bisogno di avere risultati immediati! Quell’ansia che ti fa gettare la spugna perché pensi sempre al peggio!

Stabilire delle tappe quotidiane è molto più efficace, che ossessionarci su un futuro catastrofico.

Come superare l’ansia anticipatoria

2.Il fulcro centrale è la ripetizione

Ciò significa che, puoi procedere verso il futuro senza lasciarti assillare dalla paura.

Per esempio, viviamo un’ansia costante di parlare in pubblico e siamo consapevoli di provare nervosismo e paura? Allora lasciamo scorrere il momento e concentriamoci sulle piccole azioni, senza concentrarci sui pensieri negativi del peggio.

Piccoli momenti ripetuti ci fanno superare l’ansia, senza farci intrappolare nel pensiero negativo, ossessivo e auto-distruttivo dell’ansia anticipatoria.

Ripetendo, momento dopo momento si può divenire più forti. Questo approccio è anche un ottimo antidoto contro l’ansia da prestazione.

Ogni comportamento può essere scomposto  in tanti minuscoli step e ripetuto più volte.

Sempre in riferito all’esempio precedente,  puoi anche aiutarti col Training Autogeno o con l’Ipnosi, inserendo immagini relative al parlare con fiducia davanti a un pubblico, più e più volte.

Quindi, gradualmente questa può divenire un’abitudine positiva. Aumenta la fiducia in te stesso e ti aiuta a vedere la vita in un modo decisamente migliore.

Costruirsi una routine di buone abitudini può liberarti dalla schiavitù a cui l’ansia anticipatoria ti ha incatenato e superare un buon 80% dei problemi che essa ti crea.

Ma esiste un livello successivo, qualcosa che ti permetterà di liberarti completamente dell’ansia e tornare padrone della tua vita.

Come liberarti DEFINITIVAMENTE dall’ansia anticipatoria

Un professionista può aiutarti a capire il problema e risolverlo. Sono consigliati alcuni trattamenti psicologici, per gestire l’ansia anticipatoria.

Aiuta a divenire consapevoli dei conflitti inconsci e dei meccanismi di difesa che rafforzano l’ansia.

Aiuta a gestire e ridurre il livello di ansia anticipatoria. È persino possibile riuscire a calmare un attacco di Ansia.

Grazie all’induzione ipnotica e utilizzando le giuste suggestioni è possibile intervenire sull’ansia anticipatoria.

Soffri di Ansia?

Scopri come curare l’ansia in modo efficace e naturale, attraverso 10 semplici tecniche esposte chiaramente in questo Corso Digitale

Clicca qui e scopri di più

Ansia, Vincere l'Ansia

ansia-ebook

_____________________

Vuoi migliorare l’Autostima?

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

>> Clicca qui per scoprire di più >>

videata

Grazie per avermi letto!

Se hai trovato utile questo articolo lascia un tuo commento

_________________________________

Bibliografia 

  • American Psychiatric Association (2013). Diagnostic and statistical manual of mental disorders (5th ed.). Washington, DC: Author.
  • Sareen, J., Jacobi, F., Cox, B. J., Belik, S. L., Clara, I. & Stein, M. B. (2006). Disability and poor quality of life associated with comorbid anxiety disorders and physical conditions. Archives of Internal Medicine, 166(19), 2109-2116.
  • Yerkes RM, Dodson JD (1908). “The relation of strength of stimulus to rapidity of habit-formation”. Journal of Comparative Neurology and Psychology 18: 459–482. doi:10.1002/cne.920180503.
  • Braconnier A., Piccoli o grandi ansiosi? Come trasformare l’ansia in una forza, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2003
  • Dugas, M. J., & Robichaud, M. (2007).Cognitive-behavioral treatment for generalized anxiety disorder: From science to practice. New York/London: Routledge

Vuoi migliorare l’Autostima?

Nuovo Corso Digitale di Autostima

Per apprendere con Tecniche ed Esercizi Pratici come Migliorare con Successo TE STESSO!

Clicca qui e scopri di più 

videata

Cosa ne pensi di questo post?
[Totali: 5 Media: 5]

Leave a reply